Meraviglie della Natura

 

Decisamente possiamo asserire che ci siamo allontanati dalla Natura, dal vivere in maniera naturale.
Noi essere umani, razza sapiens ci comportiamo da tempo come se la Natura fosse a noi estranea, come se noi fossimo qualcosa di separato da ciò che è naturale e che ci circonda, come se i nostri piedi non avessero nulla a che fare con il suolo su cui poggiano, come se l’aria che respiriamo fosse qualcosa di distaccato da noi, come se il perenne ciclo dell’alternanza giorno-notte fosse semplicemente qualcosa di meccanico e che la luce piuttosto che il buio non influenzi minimamente le nostre vite, al pari del ritmo delle stagioni.

Sicuramente il progresso scientifico e tecnologico ci hanno portato verso una crescita, ma al contempo ci hanno allontanato da una dimensione più naturale. E lo possiamo osservare guardando il nostro modo di vivere frenetico, il respirare in città con sempre maggiore smog, le nostre relazioni lontane da un vivere armonioso e genuino. L’intelletto, che ci contraddistingue dalle altre specie, non deve diventare lo strumento che ci fa considerare di vivere come se fossimo i padroni di questo pianeta.

NELLA NATURA E NELLE SUE LEGGI SONO CELATI I PIU’ IMPORTANTI INSEGNAMENTI PER L’UOMO.
 
Tutto ciò che esiste nell’universo, a partire dal cielo fino alle cavità più profonde della terra, tutto ciò che esiste nei diversi regni della natura, esiste anche in noi esseri umani. Cerchiamo di scoprire e di conoscere tutto il mondo che ci circonda, apprendendolo dai libri, ma è la natura il nostro libro per eccellenza che ci insegna e ci erudisce attraverso un’infinità di messaggi con cui l’intelligenza cosmica si rivela a noi. Il libro della natura non è solamente un inventario di minerali, piante, insetti e animali.
Comprende la totalità della vita in tutti i mondi, in tutte le creature e anche nell’essere umano stesso, nella sua struttura e nelle diverse funzioni dell’organismo. Non si tratta di conoscere solamente il lato esteriore della natura, bensì la vita nel suo fluire, nel suo scorrere e le corrispondenze sottili che esistono tra le varie regioni dell’universo. Ma prima di ogni altra cosa è necessario imparare ad osservare e a comprendere non solo il lato fisico e meccanicistico di tutte le cose. Per molte persone la vita non ha alcun senso. Invece, la vita è piena di significato e c’è un significato ovunque.
 
TUTTA LA NATURA E’ VIVENTE. E’ intrisa di un’intelligenza vivente che nutre e anima ogni cosa. Tutti i regni della natura ne sono abbondantemente intrisi, nessuno escluso, dagli esseri umani agli animali, dalle piante, alle pietre.
TUTTI I REGNI SONO COLLEGATI TRA LORO. Tutto è parte di un unico, eterno e immenso disegno cosmico e ad ogni più insignificante azione corrisponde una reazione anche se apparentemente distante ed estranea.
Come asseriva Galileo Galilei: “Le cose sono unite da legami invisibili: non si può cogliere un fiore senza turbare una stella”.

Abbiamo dedicato una MACROAREA di SinergieOlistiche chiamandola proprio le MERAVIGLIE DELLA NATURA, per indicare quanto da un lato la natura sia meravigliosa e quanto dall’altro noi ci dobbiamo meravigliare davanti ad essa che ci fornisce quotidianamente suggerimenti per una vita armoniosa, resiliente, autentica, spontanea, genuina. Prendendo inoltre spunto dall’organizzazione della natura che nasce, cresce, si sviluppa, degenera, muore e si rigenera dovremmo iniziare a pensare ad una organizzazione umana analoga, circolare, sostenibile, equa, rinnovabile fino ad arrivare all’autosostentamento e all’autosufficienza.
 
Nella sezione si potranno trovare spunti sugli insegnamenti che la natura ci invita a trarre, dal significato profondo del passaggio delle stagioni ai miracoli quotidiani, dal riciclo all’utilizzo di fonti di energia rinnovabili.
E come sempre accade in SinergieOlistiche spazieremo tra interviste attuali a saggi esoterici, tra la conoscenza di aziende etiche del settore a prodotti naturali, dal ripristino del fai da te agli orti sui balconi, dal riutilizzo di alimenti alla nuova vita che nasce dai rifiuti organici.
 
Buon viaggio